Salute digitale: la parola d’ordine è co-creazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Il progresso tecnologico gioca un ruolo fondamentale in ogni settore e l’ecosistema sanitario risulta essere uno dei campi che necessita di maggior investimenti in soluzioni digitali. 

L’attuale trasformazione della medicina comporta la ridefinizione di diversi processi clinico-organizzativi, i quali possono essere attuati soltanto grazie al supporto di ogni attore dell’ecosistema sanitario. Medici, associazioni pazienti, azienda farma, investitori, ospedali e pazienti stessi: ogni stakeholder è coinvolto nel processo di co-creazione per una sanità moderna, proattiva e attenta alle esigenze di ogni soggetto coinvolto.  

Ma cosa si intende con il termine co-creazione? 

Facciamo riferimento alla possibilità di “mettere insieme risorse e capacità per ottenere nuove forme di interazione e servizi”. Niente di più calzante per descrivere il processo di digitalizzazione che sta vivendo il comparto salute: più realtà pronte a collaborare alla trasformazione digitale della sanità.  

Un esempio, in tal senso, è il Digital Care Program al cui framework noi di Paginemediche abbiamo lavorato nel corso del 2022 in collaborazione con Associazioni Pazienti, Società Scientifiche e Industrie di Settore. 

 

L’importanza della co-creazione nell’ecosistema salute

Aziende della digital health, case farmaceutiche, startup emergenti, istituzioni ed enti di ricerca, innovatori del settore salute, investitori, medici, dirigenti di ospedali, associazione di pazienti, ognuno è parte dell’ecosistema salute ed è chiamato a co-creare all’evoluzione dell’assistenza sanitaria 

Una rete di collaborazione e co-creazione tra pazienti e professionisti sanitari risulta essere un motore fondamentale all’interno del settore della salute digitale, per lo sviluppo di soluzioni proattive e innovative che hanno come obiettivo la creazione di valore per l’assistenza sanitaria.  

A ottobre 2022 il Ministero della Salute ha stilato un documento ufficiale in cui vengono stabilite le regole generali per la partecipazione e la co-creazione di processi decisionali, programmi, piani o interventi che sono di impatto per i cittadini/pazienti. All’interno dell’atto di indirizzo le associazioni pazienti vengono formalmente incluse nei processi di partecipazione alle consultazioni e alle definizioni dell’agende in modo da avere la possibilità di avanzare delle istanze volte a porre maggior attenzione su tematiche che vengono considerate come priorità, dopo un attento confronto con i pazienti stessi.   

Coinvolgere i diretti interessati nella creazione e nello sviluppo di servizi digitali di telemedicina aiuta a considerare aspetti spesso sottovalutati che a lungo termine possono ottimizzare i programmi di supporto. 

La co-creazione, difatti, permette alle aziende di medicina digitale, aziende farma e istituzioni di:  

  • migliorare l’aderenza terapeutica; 
  • intraprendere comportamenti e risultati idonei per il benessere del paziente; 
  • favorire la personalizzazione dei contenuti; 
  • aumentare la soddisfazione del paziente; 
  • coinvolgere il paziente e centralizzare la sua figura in modo da incrementarne la fiducia. 

 

Paginemediche e la collaborazione con le Associazioni Pazienti e le Società Scientifiche

Il team di Paginemediche lavora allo sviluppo e alla distribuzione di servizi di salute digitale coinvolgendo sia le Associazioni Pazienti sia le Società Scientifiche, nel primo caso per supportare i pazienti nel percorso di accesso alle cure, nel secondo perché fortemente convinti della necessità di garantire una sanità basata sulle evidenze scientifiche che riprende e, di conseguenza, risponde ai bisogni reali anche degli operatori sanitari.  

Inoltre, soltanto una formazione per l’empowerment digitale del medico e, di tutti gli attori coinvolti a partire dai pazienti, può fare in modo che la telemedicina diventi una risorsa duratura per il nostro sistema sanitario nazionale.   

Paginemediche nel portare avanti le azioni volte a favorire il processo di digitalizzazione del patient journey, collabora attivamente con le Società Scientifiche e con le Associazioni Pazienti così da poter rilasciare delle soluzioni che tengano in considerazione ogni aspetto relativo alle condizioni e/o cronicità per le quali è possibile sviluppare un programma di supporto digitale alla salute, scientificamente validato quale appunto il Digital Care Program (DCP).

 

Prendi parte al processo di co-creazione di valore per il paziente

Crediamo fortemente nel ruolo e nella collaborazione delle Società Scientifiche e delle Associazioni Pazienti, quali interlocutori imprescindibili e fondamentali per foggiare una sanità che tenga conto dei reali bisogni di cura e delle esigenze di medici e pazienti, in un’ottica sostenibile ma soprattutto realmente efficace. 

Per agevolare i processi di co-creazione di servizi digitali di telemedicina e aiutarci ad estendere il nostro framework del Digital Care Program a tutte le aree terapeutiche che possono beneficiarne, scrivici a info@paginemediche.it e richiedi una demo. 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulla digitalizzazione del sistema sanitario italiano.